Richiesta di consulenza
Utente Professionista

Differenze degli impianti di ventilazione: centralizzato o decentralizzato?

Richiesta di consulenza
Immagine ventilatore: © nikkytok / Shutterstock.com

Sia i sistemi centralizzati che quelli decentralizzati assicurano costantemente un buon clima negli ambienti interni. Inoltre, eliminando l’umidità prevenendo la formazione di muffa e i danni da umidità. Gli impianti con recupero di calore consentono inoltre un utilizzo efficiente del calore. In tal modo, i proprietari delle case risparmiano da un lato si costi di riscaldamento e, dall’altro lato, contribuiscono a ridurre l’impatto sull’ambiente. Tuttavia, esistono anche alcune differenze tra i sistemi di ventilazione centralizzati e quelli decentralizzati. 

Struttura e funzionamento come importanti caratteristiche distintive

Quando si confrontano gli impianti di ventilazione centralizzati con quelli decentralizzati, la prima cosa da fare è distinguere tra struttura e funzionamento. Questo perché entrambe le caratteristiche influenzano il campo di applicazione e sono quindi anche criteri importanti per i proprietari di case.

Ventilazione dell’edificio tramite un sistema di distribuzione dell’aria

Un impianto di ventilazione centralizzato è costituito da un dispositivo di ventilazione con ventilatore e scambiatore di calore nonché dal relativo sistema di distribuzione dell’aria. La ventilazione dell’intero edificio avviene tramite questo sistema. Il dispositivo di ventilazione aspira l’aria esterna fresca e la convoglia, attraverso lo scambiatore di calore incorporato e i condotti dell’aria di alimentazione, nelle stanze dell’aria di mandata (soggiorno, camera da letto o camera dei bambini). Allo stesso tempo, l’aria calda estratta dalle stanze di estrazione (bagno, cucina o WC) viene aspirata nel dispositivo di ventilazione attraverso i condotti dell’aria di scarico e indotta a passare anch’essa attraverso lo scambiatore di calore. Il calore dell’aria di scarico si trasmette all’aria di mandata ed è quindi recuperato. L’aria fredda di scarico è quindi convogliata verso l’esterno attraverso i condotti dell’aria di scarico. 

Impianto di ventilazione residenziale decentralizzato Vitovent 100-D

Ventilazione di singole stanze

Una delle principali differenze tra l’impianto di ventilazione centralizzato e quello decentralizzato è che quest’ultimo di solito non dispone di un sistema di controllo dell’aria. I dispositivi si installano direttamente nel muro esterno delle singole stanze. Proprio come quelli centralizzati, anche i sistemi di ventilazione decentralizzati di Viessmann sono dotati di uno scambiatore di calore e sono in grado di estrarre calore dall’aria di scarico. Esistono due diversi tipi di dispositivi.

Ventilatori permanenti: Impianti con scambiatore di calore in controcorrente incrociata incorporato. In questo caso, due ventilatori funzionano in modo continuo. Un ventilatore convoglia sempre l’aria esterna fresca nella stanza, l’altro estrae l’aria di scarico.

Ventilatori a inversione di ciclo: Impianti che utilizzano solo un ventilatore e un accumulatore di calore. In questo caso, due dispositivi comunicano tra loro per il ricambio d’aria. Un dispositivo aspira l’aria calda della stanza attraverso il nucleo di accumulo e la scarica all’esterno. Il secondo dispositivo aspira l’aria fresca dall’esterno e la immette nella stanza attraverso il nucleo di accumulo precedentemente riscaldato. Il processo si inverte dopo circa 70 secondi.

La sezione ventilazione residenziale decentralizzata spiega quali siano le cose importanti quando si utilizza un tale impianto.

Possibilità di controllo della temperatura come caratteristica distintiva

A differenza della ventilazione residenziale decentralizzata, la variante centralizzata offre anche la possibilità di controllo della temperatura degli ambienti. Tutti i dispositivi di ventilazione centralizzata Viessmann sono dotati della funzione di bypass estivo automatico. Questa funzione si utilizza per bypassare lo scambiatore di calore nelle calde notti estive. In questo modo, l’aria fresca della notte entra nelle stanze e le tempera fino a una certa misura.

I requisiti strutturali condizionano diversi ambiti di applicazione

L’installazione centralizzata o decentralizzata di un impianto di ventilazione dipende fortemente dalle condizioni strutturali. A causa dell’installazione quasi invisibile e dell’elevato impegno progettazione che comporta, la variante centralizzata si utilizza soprattutto in edifici di nuova costruzione e ad alta efficienza energetica. Come luogo di installazione è adatto un ripostiglio, un locale seminterrato o il massetto ben isolato.

Poiché non è necessario alcun sistema di distribuzione dell’aria, gli impianti decentralizzati possono essere installati facilmente anche in un secondo momento. A seconda del tipo di sistema, si richiede solo un carotaggio del muro esterno. Questa caratteristica rende il sistema di ventilazione decentralizzato molto interessante per vecchi edifici risanati e per gli edifici già esistenti. Inoltre, i dispositivi possono essere installati specificamente in singole stanze in cui, ad esempio, si è presentato un problema di umidità. In ogni caso, i dispositivi decentralizzati possono anche ventilare unità residenziali complete. L’ampia gamma di applicazioni possibili e la relativa semplicità di installazione sono quindi due vantaggi decisivi della ventilazione decentralizzata degli ambienti abitativi.

Anche i sistemi centralizzati possono essere installati in un secondo momento

A seconda delle condizioni strutturali, un impianto di ventilazione residenziale centralizzato può essere installato anche in un secondo momento. Questo richiede di solito un ribassamento del soffitto. I dispositivi di ventilazione piatti a soffitto o sospesi a parete, come il Vitovent 300-C sono quindi progettati in modo tale da avere un’altezza di installazione ridotta. 

Confronto delle prestazioni: impianto di ventilazione centralizzato contro decentralizzato

Dal confronto tra sistemi di ventilazione centralizzati e decentralizzati risulta chiaramente che i primi convogliano un flusso d’aria maggiore. Infatti, qui l’intera portata d’aria dell’unità di utilizzo è coperta da un unico dispositivo. Gli impianti centralizzati sono progettati per la ventilazione di un’intera abitazione. I volumi d’aria necessari per i singoli ambienti sono calcolati in anticipo e regolati tramite le valvole. Il volume d’aria totale si regola sul dispositivo di ventilazione stesso. L’utilizzatore ha anche la possibilità di regolare i livelli di ventilazione individuali in base alle esigenze tramite un’unità di controllo. Il prerequisito è costituito da due soli condotti a parete: uno per l’aria esterna e l’altro per l’aria di scarico. Come già menzionato, i dispositivi di ventilazione decentralizzata ventilano solo i singoli ambienti. La portata d’aria è quindi inferiore. Nell’unità di utilizzo si devono installare più dispositivi decentralizzati. Per ogni dispositivo decentralizzato è necessario un condotto passante a parete esterno. 

Ventilatori a portata costante come vantaggio dei sistemi centralizzati

Tutti i dispositivi di ventilazione centralizzata Viessmann sono dotati di ventilatori a portata costante. Questo rende molto facile regolare i dispositivi di ventilazione. La portata volumetrica richiesta si imposta direttamente sul dispositivo di ventilazione durante la messa in servizio. Grazie alla costante portata volumetrica finale, il dispositivo di ventilazione è in grado di compensare l’eventuale contaminazione del filtro e di fornire ai singoli ambienti sempre la portata volumetrica necessaria. La sezione Impianti di ventilazione spiega gli elementi da tenere in tenere presenti quando si cerca un sistema adatto. 

Per i sistemi di ventilazione centralizzati e quelli decentralizzati, la rumorosità varia

Facendo riferimento alla struttura costruttiva, c’è un’altra differenza molto importante tra sistemi di ventilazione centralizzati e decentrati: il livello di rumore. Grazie al posizionamento delle parti dell’impianto al di fuori degli ambienti abitativi e all’installazione di assorbitori acustici, il livello di rumore di un impianto di ventilazione centralizzato è solitamente inferiore a quello di un impianto decentralizzato. Il livello di rumore, tuttavia, dipende anche dal disegno costruttivo, dalla regolazione e dal posizionamento dei bocchettoni per l’aria. Se i singoli componenti sono coordinati tra loro, non si ha rumore d’aria.

Tutti i dispositivi di ventilazione di produzione Viessmann funzionano molto silenziosamente già di fabbrica. In caso di necessità, si possono implementare ulteriori misure di protezione dal rumore.

I costi dipendono da diversi fattori

La scelta fra l’installazione di un impianto di ventilazione centralizzato o decentralizzato influisce anche sui costi. Tuttavia, non è possibile fare affermazioni generali. Qui è necessario considerare attentamente tutti i fattori. I sistemi di ventilazione decentralizzata presentano vantaggi in termini di costi per l’ammodernamento, perché qui non è necessario alcun sistema di distribuzione che deve essere installato in un secondo momento. Negli edifici di nuova costruzione, un sistema centralizzato è spesso la scelta più conveniente, poiché il sistema di distribuzione dell’aria si può installare direttamente durante la fase di costruzione dell’involucro.

La manutenzione garantisce un funzionamento igienico

Che un impianto di ventilazione sia gestito in modo centralizzato o decentralizzato influisce anche sulla manutenzione. Questo è un elemento essenziale per un funzionamento igienico. Tutti i sistemi di ventilazione sono dotati di filtri che trattengono lo sporco. Questi devono essere puliti o sostituiti regolarmente. In un impianto centralizzato, ciò riguarda i filtri nel dispositivo di ventilazione e nelle valvole dell’aria di scarico. Il filtro dell’aria esterna impedisce l’ingresso di sporco insieme all’aria esterna. Per i soggetti allergici, è possibile utilizzare anche i filtri antipolline. Il filtro dell’aria di scarico protegge il dispositivo di ventilazione dalle contaminazioni provenienti dall’interno e garantisce inoltre un livello di recupero del calore costantemente elevato. Al contrario, i filtri negli impianti decentralizzati si trovano in ogni singolo a dispositivo di ventilazione.

Tutti i dispositivi di ventilazione del marchio Viessmann sono progettati in modo che la manutenzione dei filtri possa essere eseguita senza attrezzi e direttamente dal gestore dell’impianto stesso.